SFORTEC INDUSTRY
fieramilano, 9-13/10/2018
Subfornitura tecnica & servizi per l'industria.

Ottimo bilancio per 30.BI-MU/SFORTEC INDUSTRY: 62.576 ingressi alla mostra

14.10.2016

Si è chiusa sabato 8 ottobre, 30.BI-MU/SFORTEC INDUSTRY, biennale della macchina utensile, robotica, automazione, tecnologie ausiliarie, subfornitura e servizi per l’industria, che, nei 4 padiglioni (9, 11, 13, 15) di fieramilano Rho, ha presentato l’offerta di 1.076 imprese, il 41% delle quali straniere in rappresentanza di 33 paesi, per una superficie totale di 90.000 metri quadrati.

Il bilancio della mostra promossa da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE è decisamente positivo, come testimoniano i dati di accesso: la manifestazione ha registrato 62.576 visite. Di queste, 59.554 sono state effettuate da professionisti, il 6% in più rispetto a quelle registrate in occasione dell’edizione precedente. 3.022 sono risultati gli studenti accreditati, contro i 5.714 dell’edizione 2014, poiché l’accesso alle scuole è stato possibile solo su invito e secondo il  programma previsto dall’iniziativa PIANETA GIOVANI che ha permesso, alle classi accreditate, la visita guidata nei padiglioni.
“Di fatto - ha affermato Massimo Carboniero, presidente di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE -  la manifestazione, che ha ricevuto la visita del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, intervenuto all’inaugurazione, e del sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico con delega all’Internazionalizzazione, Ivan Scalfarotto, ha presentato una interessante panoramica dei trend tecnologici che caratterizzano il settore, evidenziando poi le possibili applicazioni riguardanti il tema di “Industria 4.0” ”.

Nel calcolo delle visite da parte dei professionisti rientrano i 2.418 ingressi effettuati da operatori stranieri provenienti da  75 nazioni. Il dato risulta del 17% superiore rispetto a quello registrato in occasione della precedente edizione di BI-MU. All’incremento ha certamente contribuito l’iniziativa, organizzata da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, Ministero Sviluppo Economico e Ice-Agenzia, grazie alla quale una ventina di delegazioni estere, per un totale di circa 200 operatori, sono state invitate a visitare la biennale della macchina utensile. Oltre 2.000 gli incontri effettuati agli stand tra operatori e espositori.

Al di là dei numeri decisamente soddisfacenti, 30.BI-MU/SFORTEC INDUSTRY sarà ricordata per l’autorevolezza e la completezza delle soluzioni in mostra.  Oltre alla tradizionale offerta internazionale di macchine utensili, robot, automazione, tecnologie ausiliarie, BI-MU ha infatti proposto un viaggio inedito tra tecnologie additive, Industria 4.0, sistemi di potenza fluida, meccatronica, tecnologie presentate nelle aree di innovazione: Additive in Manufacturing, Potenza Fluida, Focus Meccatronica, Il Mondo della Finitura delle Superfici e SFORTEC INDUSTRY che hanno fatto da corollario all’esposizione tradizionale.

Promosso da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, CIS-Comitato Interassociativo Subfornitura e Anfia, Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica ed in collaborazione con CDO- Compagnia delle Opere, SFORTEC INDUSTRY, nuova interpretazione del salone della subfornitura tecnica e dei servizi per l’industria, è andato in scena da giovedì a sabato.

Ricco e vario è stato il programma di convegni, workshop e incontri proposto dal cartellone di Quality Bridge. I 12 appuntamenti previsti nei 5 giorni di mostra hanno coinvolto 660 operatori. Così come particolarmente apprezzata è stata l’iniziativa di PIANETA GIOVANI che ha permesso alle scuole accreditate di visitare la mostra accompagnate da giovani tutor impegnati a illustrare le tecnologie esposte.

Oltre un centinaio i giornalisti che si sono accreditati in sala stampa e che hanno raccolto informazioni, approfondimenti, testimonianze, anche dirette, agli stand degli espositori che, per questa edizione di BI-MU, hanno potuto contare su una serie (oltre 50 alcuni gratuiti e altri a pagamento) di servizi e iniziative promozionali davvero inedite.

Il racconto puntuale della manifestazione, degli eventi e delle tecnologie esposte è stato affidato a TG 30.BI-MU, il telegiornale con due edizioni quotidiane, realizzato da Tecnologie Meccaniche e diffuso in fiera e attraverso i siti di bimu.it, techmec.it e ilsussidiario.net, partner dell’iniziativa.

Con l’obiettivo di favorire il contatto tra espositori, operatori esteri e giornalisti è stato pensato l’International Networking Event che, allestito nel Centro Servizi di fieramilano Rho, ha visto la partecipazione di oltre 500 persone. Musica, cena informale e tanti contatti sono stati gli ingredienti della serata che ha incontrato l’apprezzamento degli ospiti italiani e esteri. 

“D’altra parte - ha concluso il presidente di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE Massimo Carboniero - la manifestazione si è svolta in un clima positivo in virtù dell’andamento favorevole del mercato italiano e delle aspettative riposte nelle misure previste dal Piano Nazionale Industria 4.0 che farà parte della Legge di Stabilità 2017”.

“Siamo certi - ha aggiunto Alfredo Mariotti, direttore generale di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE - che l’operatività di provvedimenti quali Superammortamento al 140%, Iperammortamento al 250% e Nuova Sabatini, anche per il prossimo anno, saranno un ulteriore stimolo alla già vivace domanda italiana di macchinari e tecnologia, come testimonia il grande afflusso di visitatori che sono giunti a BI-MU anche sabato, ultimo giorno di mostra”.

L’appuntamento con 31.BI-MU è per il 2018. Per informazioni aggiornate www.bimu.it 

Links collegati

Contatti

Direzione Relazioni Esterne

Claudia Mastrogiuseppe
tel +39 02 26255.299
external.relations@ucimu.it